Verona  -  Veneto  -  Italia

Area: 


CARATTERISTICHE

Riferimento: 0313
Mq Immobile: 1.200
Mq Terreno: 16.500
Stato: Parzialmente Ristrutturato
Agenzia: Ville Casali Real Estate
Prezzo: 4.500.000,00 €
Classe Energetica: G
Brochure:  Download  
Video: 
RICHIEDI INFORMAZIONI PER QUESTO IMMOBILE

RIFERIMENTO:0313

VENDITA VILLE NEL CASTELLO (VERONA) VENETO - ITALIA

Vendita proprietà in un affascinante storico Castello in provincia di Verona

 

Gli immobili sono situati in una via dove si affacciano le due altre più belle costruzioni del Parco sul Mincio( VR) e dalla quale possono solo accedere in automobile i residenti.

Come location siamo a circa m 500 dal parco Sigurtà ,a Km 1 dal Borghetto (borgo medioevale caratteristico e dal quale inizia il Parco del Mincio) ,  km 2 dal parco acquatico Cavour, km 10 da Peschiera del Garda (sull’omonimo lago) e Km 20 dalla città di Verona.

Nel 1984 la provincia di Verona riesce ad approvare e a far partire un importante progetto di ristrutturazione e rivitalizzazione del monumento, che prevede il consolidamento della struttura muraria, restituendo all’uso pubblico un castello tra i più suggestivi della zona. Recentemente è stata resa agibile la passeggiata che permette di accedere alla parte restaurata del castello; si tratta di una stretta ed erta strada, fra il verde della collina e le eleganti ville “liberty”. Nel 2011 è stato anche ripristinato un sentiero che permette di scendere direttamente dal Castello a Borghetto, lungo lo scosceso pendio della collina (il sentiero è segnalato nel catasto austriaco del 1808 ma lo storico locale C.Farinelli ipotizza che sia di epoca medievale).

Uno splendido paesaggio delle Valle del Mincio si può ammirare dal piazzale della Rocca, tra le svettanti torri, e sull’altro versante, le case del paese e l’inizio della pianura veneta.

 

La villa, e le due dependance si estendono su un terreno a gradini di mq 16.500 che, abbraccia il bellissimo Castello che risale al XIV secolo.

Tutti e tre  i fabbricati sono stati costruiti in epoche diverse a partire dagli anni 20 e si ergono in cima alla collina, uno addirittura confina col il Castello .

La villa e gli appartamenti godono della stessa tipologia nelle facciate in mattoni e nei decori. Già parzialmente restaurata da un restauratore specializzato sia per quanto concerne i serramenti in vetro che i serramenti esterni. I balconcini in stile “Giulietta e Romeo” sono completamente ristrutturati.

Per l'uso del bene si dovrà provvedere solo agli impianti e ai pavimenti ed il Ponte Elevatoio di proprietà che introduce l'accesso all'area del Castello.

Le proprietà  e l'appezzamento di terreno risiedono in area sottoposta alla tutela indiretta della Sovra intendenza per i beni Architettonici e per il Paesaggio di Verona.

(Quindi volendo per il restauro ci si può avvalere di agevolazioni fiscali)

 

Il castello sul Mincio, nonostante le ferite inferte dagli uomini e dal tempo, mantiene inalterata la suggestiva imponenza delle fortificazioni medievali. La parte visitabile, da poco restaurata, era originariamente chiamata la Rocca e ad essa si accedeva tramite due ponti levatoi. Un terzo ponte levatoio, l’unico ancora esistente, immetteva nella parte più ampia del complesso, chiamata il Castello. Di questo rimangono solo i ruderi delle mura perimetrali e l’intera area interna è ora occupata da una villa privata costruita all’inizio del 1900. E’ possibile ammirare, una volta entrati nella Rocca, l’antica Torre Tonda. Questa doveva formare con altre tre, raccordate da cortine merlate "guelfe", una fortificazione sulla sommità della collina.

 

Una leggenda di cui si sono perse le origini è legata all’antica torre rotonda. Narra la leggenda che nella suddetta torre venne murata la spada strappata ad un cavaliere ucciso in battaglia o forse assassinato in seguito a qualche intrigo. Lo spettro del cavaliere ritorna nelle notti di tempesta o di plenilunio per cercare la spada, l’unica che possa garantirgli il riposo dell’anima e il recupero del proprio onore. La spada non fu mai ritrovata e il cavaliere continua a tornare ogni notte di tempesta o di plenilunio per una ricerca senza fine.


VENDITA VILLE NEL CASTELLO (VERONA) VENETO - ITALIA

Vendita proprietà in un affascinante storico Castello in provincia di Verona

 

Gli immobili sono situati in una via dove si affacciano le due altre più belle costruzioni del Parco sul Mincio( VR) e dalla quale possono solo accedere in automobile i residenti.

Come location siamo a circa m 500 dal parco Sigurtà ,a Km 1 dal Borghetto (borgo medioevale caratteristico e dal quale inizia il Parco del Mincio) ,  km 2 dal parco acquatico Cavour, km 10 da Peschiera del Garda (sull’omonimo lago) e Km 20 dalla città di Verona.

Nel 1984 la provincia di Verona riesce ad approvare e a far partire un importante progetto di ristrutturazione e rivitalizzazione del monumento, che prevede il consolidamento della struttura muraria, restituendo all’uso pubblico un castello tra i più suggestivi della zona. Recentemente è stata resa agibile la passeggiata che permette di accedere alla parte restaurata del castello; si tratta di una stretta ed erta strada, fra il verde della collina e le eleganti ville “liberty”. Nel 2011 è stato anche ripristinato un sentiero che permette di scendere direttamente dal Castello a Borghetto, lungo lo scosceso pendio della collina (il sentiero è segnalato nel catasto austriaco del 1808 ma lo storico locale C.Farinelli ipotizza che sia di epoca medievale).

Uno splendido paesaggio delle Valle del Mincio si può ammirare dal piazzale della Rocca, tra le svettanti torri, e sull’altro versante, le case del paese e l’inizio della pianura veneta.

 

La villa, e le due dependance si estendono su un terreno a gradini di mq 16.500 che, abbraccia il bellissimo Castello che risale al XIV secolo.

Tutti e tre  i fabbricati sono stati costruiti in epoche diverse a partire dagli anni 20 e si ergono in cima alla collina, uno addirittura confina col il Castello .

La villa e gli appartamenti godono della stessa tipologia nelle facciate in mattoni e nei decori. Già parzialmente restaurata da un restauratore specializzato sia per quanto concerne i serramenti in vetro che i serramenti esterni. I balconcini in stile “Giulietta e Romeo” sono completamente ristrutturati.

Per l'uso del bene si dovrà provvedere solo agli impianti e ai pavimenti ed il Ponte Elevatoio di proprietà che introduce l'accesso all'area del Castello.

Le proprietà  e l'appezzamento di terreno risiedono in area sottoposta alla tutela indiretta della Sovra intendenza per i beni Architettonici e per il Paesaggio di Verona.

(Quindi volendo per il restauro ci si può avvalere di agevolazioni fiscali)

 

Il castello sul Mincio, nonostante le ferite inferte dagli uomini e dal tempo, mantiene inalterata la suggestiva imponenza delle fortificazioni medievali. La parte visitabile, da poco restaurata, era originariamente chiamata la Rocca e ad essa si accedeva tramite due ponti levatoi. Un terzo ponte levatoio, l’unico ancora esistente, immetteva nella parte più ampia del complesso, chiamata il Castello. Di questo rimangono solo i ruderi delle mura perimetrali e l’intera area interna è ora occupata da una villa privata costruita all’inizio del 1900. E’ possibile ammirare, una volta entrati nella Rocca, l’antica Torre Tonda. Questa doveva formare con altre tre, raccordate da cortine merlate "guelfe", una fortificazione sulla sommità della collina.

 

Una leggenda di cui si sono perse le origini è legata all’antica torre rotonda. Narra la leggenda che nella suddetta torre venne murata la spada strappata ad un cavaliere ucciso in battaglia o forse assassinato in seguito a qualche intrigo. Lo spettro del cavaliere ritorna nelle notti di tempesta o di plenilunio per cercare la spada, l’unica che possa garantirgli il riposo dell’anima e il recupero del proprio onore. La spada non fu mai ritrovata e il cavaliere continua a tornare ogni notte di tempesta o di plenilunio per una ricerca senza fine.